Rassegna stampa

Lexellent: terzo of counsel. È Paolo Aldrovandi, penalista del lavoro.

Prosegue l’espansione dello studio a un anno dal primo inserimento di avvocati non giuslavoristi e a 40 anni dalla fondazione del primo studio giuslavoristico specializzato A un anno dal cambio di sede e dall’inserimento dei primi due partner of counsel (Francesco Bacchini, avvocato esperto di sicurezza sui luoghi di lavoro e Renato D’Andrea, avvocato specializzato […]

Prosegue l’espansione dello studio a un anno dal primo inserimento di avvocati non giuslavoristi e a 40 anni dalla fondazione del primo studio giuslavoristico specializzato
A un anno dal cambio di sede e dall’inserimento dei primi due partner of counsel (Francesco Bacchini, avvocato esperto di sicurezza sui luoghi di lavoro e Renato D’Andrea, avvocato specializzato nella tutela della proprietà industriale e intellettuale) Lexellent, studio legale milanese specializzato in diritto del lavoro, accoglie un nuovo partner of counsel nella persona di Paolo Aldrovandi, avvocato esperto di diritto penale del lavoro.
Aldrovandi, mantovano, cassazionista è anche professore associato presso l’Università del Studi di Milano Bicocca, dove tiene i corsi di Diritto penale dell’economia, con particolare riguardo ai reati fallimentari, e il corso di Diritto penale tributario. È autore di numerosi articoli e di monografie su temi che riguardano il Diritto penale dell’economia.
«Sono convinto», ha spiegato, «che i profili penali del rapporto di lavoro stiano assumendo una rilevanza sempre maggiore nella società contemporanea, soprattutto dal momento in cui alla “tradizionale” responsabilità delle persone fisiche – in particolare amministratori e dirigenti – si è venuta ad aggiungere, per effetto del d.lgs. 231/2001, quella – formalmente amministrativa, ma sostanzialmente penale – della società stessa, che può essere colpita da sanzioni pecuniarie e interdittive».
«L’inserimento della figura di Paolo», ha spiegato Sergio Barozzi, managing partner e fondatore di Lexellent, «era un passo logico nello sviluppo delle competenze che Lexellent sta cercando di offrire ai clienti per un’assistenza a 360 gradi nella gestione delle risorse umane e dei rapporti interni ad aziende e organizzazioni. A 12 mesi dal primo inserimento di avvocati con expertise complementari a quelle dei giuslavoristi, che costituiscono il cuore dello studio, ci siamo resi conto che la strada è quella giusta, e ci sembra doveroso proseguire in questa direzione. Non escludiamo che nei prossimi mesi possano esserci ulteriori sviluppi in questo senso, perché sono convinto che uno studio legale di successo, oggi, non può che svilupparsi da un’aggregazione di competenze pertinenti alla propria practice. Credo sia l’evoluzione naturale degli studi specializzati in diritto del lavoro di cui il primo in Italia nasceva 40 anni fa a Milano per opera di Giovanni Battista Benvenuto, oggi senior partner di Lexellent».