Rassegna stampa

La mobilità internazionale dei lavoratori: alcuni spunti su cui soffermarsi.

A fronte di un progressivo sviluppo della mobilità internazionale e della diffusione degli expatriate si registra anche l’incremento dei fattori che rendono, se non più difficile, certamente più sensibile, il tema della mobilità internazionale dei lavoratori nell’ambito di distacco (infra o extra gruppo), trasferta o trasferimento, sia che si tratti di lavoratori italiani diretti all’estero, […]

A fronte di un progressivo sviluppo della mobilità internazionale e della diffusione degli expatriate si registra anche l’incremento dei fattori che rendono, se non più difficile, certamente più sensibile, il tema della mobilità internazionale dei lavoratori nell’ambito di distacco (infra o extra gruppo), trasferta o trasferimento, sia che si tratti di lavoratori italiani diretti all’estero, sia di stranieri che vengono in Italia.
Per questo lo studio Lexellent ha deciso di proporre un corso, che si terrà presso gli uffici di Milano il 27 settembre, dove verranno trattati alcuni temi “caldi” della mobilità internazionale dei lavoratori partendo dagli effetti della nuova direttiva europea sul distacco e il suo recepimento in Italia, avvenuto pochi mesi fa.
Si parlerà anche delle norme previdenziali applicabili ai contratti dei lavoratori distaccati o trasferiti in altri paesi: la più recente giurisprudenza della Cassazione ha infatti introdotto importanti novità nel trattamento previdenziale obbligatorio dei lavoratori Italiani all’estero.
Oltre agli aspetti strettamente previdenziali, sul tavolo anche i sistemi di compenso per l’estero, questione certamente cruciale visto il forte apprezzamento dell’euro avvenuto negli ultimi sei mesi rispetto alle principali valute internazionali. A conclusione le problematiche legate alle famiglie dei lavoratori espatriati, tema questo sottovalutato ma di importanza fondamentale nella corretta gestione del personale e quelle sulle necessarie tutele per la gestione di lavoratori in paesi a rischio di attentati terroristici.
Il corso è aperto a tutti previa iscrizione mediante mail all’indirizzo lexellent@lexellent.it oppure dal sito http://www.lexellent.it/iscrizione-corsi-2017/